Cookie Consent by TermsFeed

Non sta andando tutto bene

Publish date: 24 Aug 2020
Tags: societa arroganza superbia covid

Mesi interi chiusi in casa. Canzoni idiote dai balconi, “andrà tutto bene”, speranza, crisi economica. Arriva il momento delle ferie. Si chiedeva solo un po’ di attenzione, distanza, accortezza. Niente da fare, tutti concentrati sulla presunta privazione della libertà. Indossare una mascherina sembrava essere diventato un segno di dittatura estrema. Tutti ammucchiati senza senso, senza buon senso, senza capire che con un po’ di attenzione avremmo limitato i danni. Poi la negazione: “stiamo contando asintomatici” o “gli asintomatici non sono malati, cosa li contiamo a fare?”. Lo volete capire che se crescono gli asintomatici crescono, di rimando, anche i sintomatici? Che parliamo sempre di percentuali e che più cresce il numero, più crescono quelli che voi considerate i veri malati?

Evidentemente non siete entrati in contatto con questa brutta malattia. Non voi, non vostri amici o parenti. Non avete subito lutti. Non sapete cosa voglia dire vedere persone care soffrire per questa malattia.

Adesso fate finta di niente e accusate chi si difende. E siamo di nuovo di fronte ad una preoccupante crescita che, andando avanti così, ci riporterà ai livelli della scorsa primavera. Ma bisognava fare le ferie senza pensieri, giusto? Una mascherina era un giogo. La distanza era un’imposizione. I ragazzi dovevano ammucchiarsi nelle discoteche, spiagge, città, stabilimenti balneari perché “devono vivere la loro vita”. E i numeri sono tornati a salire.

Se le cose dovessero andare male (mi auguro di no), spero siate voi a non poter essere curati. O a perdere cari, magari scettici come voi. O il lavoro. Perché chi è stato attento non lo merita mentre voi, stronzi, meritate le conseguenze di un tale comportamento sconsiderato.

E i giovani che “devono essere liberi” saranno quelli che ne pagheranno il conto perché magari non si ammaleranno e non moriranno (lo spero per loro!), ma vivranno una crisi economica pazzesca proprio quando vorranno costruire qualcosa di più concreto nella loro vita. Loro ne pagheranno le spese, i debiti. Pagheranno le spese della sconsideratezza di un periodo in cui, solo con un po’ di criterio, si sarebbe potuto gestire un serio problema.

comments powered by Disqus