Cookie Consent by TermsFeed

I cafoni sono sempre cafoni

Publish date: 26 Jul 2020
Tags: cafoni persone italiani

Cafone

Una tipologia di persone che non cambia mai è quella dei cafoni. Ci sono due fondamentali distinzioni:

Nel primo caso, la persona non viene notata. Si rende conto della sua scarsa propensione al corretto vivere nella civiltà e secondo le giuste regole di convivenza e cerca di esporsi - e dar fastidio - il meno possibile. Una figura dunque non problematica, non antipatica e che di solito resta nella sua ombra, senza causare problemi di sorta.

Altro discorso invece per il cafone “ignorante”. Le persone che fanno parte di questa categoria (qualunque sia il loro stato sociale, provenienza, nazionalità, ecc.) hanno un elemento in comune: sono rumorose e adorano riempire l’aria del loro fracasso.

Non rispettano orari, non rispettano persone. Sono quelli che mettono lo stereo a tutto volume solo per farsi notare in strada (accettabile nei ragazzini, un po’ meno dopo i 25 anni), sono quelli che adorano il suono della propria voce e credono che sia la cosa più bella che gli altri vogliano sentire.

No, cari. Non è così. La vostra voce è orrenda, oscena, inascoltabile. Siete solo antipatici e fastidiosi, senza alcuna possibilità di recupero.

Che siate giovani o vecchi, se fate correre e urlare i vostri bambini alle 6 del mattino e, di rimando, cantate e chiacchierate anche voi senza curarvi dei vicini, siete cafoni. Se parcheggiate fuori posto e bloccate qualcuno che si è regolarmente parcheggiato nel proprio spazio, siete cafoni.

Fondamentalmente se siete cafoni siete antipatici.

comments powered by Disqus